mercoledì 10 novembre 2010

Marc Chagall- "Sopra la città"



Marc Chagall, Sopra la città,  1914-1918,
olio su tela, 141 х 197 cm, Galleria di Stato Tretjakov, Mosca



"L'arte mi sembra essere soprattutto uno stato d'animo.
Lo stile non è importante. Esprimersi lo è.
La pittura deve avere un contenuto psicologico.
Io stronco sul nascere ogni mio impulso decorativo.
Attenuo il bianco, amalgamo il blu con mille pensieri.
La psiche deve trovare la propria via nei dipinti.
Bisogna lavorare sul quadro pensando che qualcosa
della propria anima entrerà a farne parte e gli darà sostanza.
Un quadro deve fiorire come qualcosa di vivo.
Deve afferrare qualcosa di innafferabile: il fascino
e il profondo significato di quello che ci sta a cuore"

(Marc Chagall da Chagall on Chagall, New York, 1979)



"Mia soltanto è la patria della mia anima. 
Vi posso entrare senza passaporto e mi sento a casa; essa vede la mia tristezza e la mia solitudine ma non vi sono case: furono distrutte durante la mia infanzia, i loro inquilini volano ora nell'aria in cerca di una casa, vivono nella mia anima
(Marc Chagall)


"Se creo qualcosa usando il cuore, molto facilmente funzionerà; 
se invece uso la testa sarà molto difficile
(Marc Chagall)


"Chagall è un colorista molto dotato che si lascia trasportare là dove lo spinge la sua immaginazione mistica e pagana : la sua arte è molto sensuale
(il poeta Guillaume Apollinaire su Marc Chagall)



  Marc Chagall (Vitebsk 1887 – Saint-Paul de Vence 1985)

3 commenti:

  1. Cultura poetica della pittura il tuo blog: molto bello e interessante.
    ciao

    RispondiElimina
  2. poesia in colore: cromopoesia

    RispondiElimina