venerdì 16 dicembre 2011

sabato 29 gennaio 2011

David Gerstein-"Beauty Hunter"

David Gerstein, Beauty Hunter, 2007, 
acciaio dipinto a mano, 180 x 100 cm




« L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. »
(Italo Calvino, da Le città invisibili, 1972)



« Non penso che l'arte sia propaganda; dovrebbe invece essere qualcosa che libera l'anima, favorisce l'immaginazione ed incoraggia la gente ad andare avanti »
(Keith Haring)



David Gerstein (Gerusalemme 1944)



Per saperne di più sull'artista e sulla sua produzione:

martedì 18 gennaio 2011

Jan Veermer-"La ragazza con l'orecchino di perla"



Jan Vermeer, La ragazza con l'orecchino di perla, 1665, 
olio su tela, 44,5 x 39 cm, Royal Picture Gallery Mauritshuis, l'Aja



Cercare adagio, umilmente, costantemente di esprimere, di tornare a spremere dalla terra bruta o da ciò ch'essa genera, dai suoni, dalle forme e dai colori, che sono le porte della prigione della nostra anima, un'immagine di bellezza che siamo giunti a comprendere: questa è l'arte.

(James Joyce da Dedalus, Ritratto dell'artista da giovane, 1914-1916)





Jan Vermeer, (Delft, 1632 –1675)